Cerca in Dada Pasticciona

sabato 22 marzo 2014

"Sei folletti nel mio cuore": dipingiamo le emozioni! (quarta parte)

Continua il percorso ispirato dalla storia dei folletti con una attività espressiva in cui ho proposto ai bambini di ascoltare le musiche di ogni folletto,
riconoscere a chi appartenevano,
andare a scegliere il colore corrispondente al personaggio
e dipingere le emozioni provate dall'ascolto ad occhi chiusi su di una lunga striscia di carta bicolore.
Ne è uscito un capolavoro!







Ecco cosa hanno detto i bimbi dell'esperienza:
Mi è piaciuto dipingere con le tempere e ascoltare tutte le emozioni dei folletti.
A me è piaciuto dipingere con il fucsian della fatina, mi sentivo bene. Ho disegnato le emozioni, sentivo sempre quelle tonde.
Tremolino ha una canzone molto spaventosa, ho disegnato tremolino che aveva paura!
Non mi è piaciuto dipingere con il nero perché non mi piace mi fa sentire male alle ossa, faccio fatica a muovermi! Mi è piaciuto di fare le striscie, mi sentivo un po' felice e un po' paurosa.
Mi è piaciuto fare le righe della fatina, erano dritte, mi sentivo calma. Poi quando è arrivato il momento di Mago Gelone mi sono sentita un po' triste perché non provava nessuna emozione.
Ma i folletti hanno dentro degli altri folletti?
Ma Scatto nel suo cuore ha lo Scatto giusto?
Ma la fatina può fare felice quello che piange?
Ma dada, dicevo, c'è un folletto, le emozioni dentro la fatina?
Ma lacrimoso può smettere di piangere?
Mago Gelone può avere una bacchetta con il ghiaccio? E i folletti possono prenderla senza farsi vedere?
Mi sono divertita a fare Stuporello, la strega non mi piaceva perché era cattiva
Ma i folletti c'hanno tutti i folletti dentro? 
Ad un certo punto i bambini hanno iniziato a porre domande, trasformando la conversazione in quella che noi chiamiamo l'assemblea dei filosofi. Infatti da alcune settimane abbiamo iniziato a giocare a pensare ispirandoci alla metodologia della Philosophy for Children, di cui vi parlerò più avanti. Abbiamo quindi deciso di rispondere alla domanda che incuriosiva di più i bambini:
I folletti hanno nel loro cuore tutte le emozioni o solo la loro?
Se Gaietto non avesse un altro Gaietto nel suo cuore non sarebbe così sorridente
Sarebbe arrabbiato senza la rabbia!
Scatto è sempre arrabbiato, ce n'è solo una!
Scatto quando è uscito dall'acqua ed è andato a prendere la bacchetta era felice allora ci sono anche tutti gli altri folletti
Il ragionamento di Lorenzo ha convinto tutti, ogni folletto ha dentro al cuore tutti i folletti, ma allora perché prevale una emozione sulle altre?
Io se mi fanno male piango, le emozioni vengono fuori con quello che mio fanno!
Tutti abbiamo nel nostro cuore tutti e sei i folletti perché abbiamo tutte le emozioni. Chi non ha sentimenti ha la strega nel cuore, il suo cuore si è gelato. Ma la strega è anche Serenella e può fare anche felice Tommy.
Con le cose brutte viene Scatto, Lacrimoso, Sputacchione, con le belle Gaietto. 

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Follow by Email