Cerca in Dada Pasticciona

giovedì 31 luglio 2014

DadaRecensione di "L'appetito vien leggendo"

Oggi voglio parlarvi di un bellissimo libro di Claudia Benzi e Lorenza Ongari, conosciute qui nel web:



"Imparare può essere un piacere e s'impara volentieri quando la curiosità naturale dei bambini può trovare ambienti e occasioni dove esplorare, cercare, lavorare"

Ed è proprio in un ambiente così ricco e stimolante che nasce questo libro per opera di due bravissime insegnanti che hanno saputo coinvolgere la loro classe di 25 bambini, tutta la scuola dell'Infanzia Gianni Rodari di Bagnolo San Vito, i nonni, i genitori e le realtà territoriali in cui la scuola è inserita (biblioteca, fattoria, caseificio, agriturismo, azienda di apicoltura, sindaco, assessore della cultura...).

Il libro è frutto di un anno di lavoro ed è ricco di spunti, attività, percorsi che si possono facilmente riproporre a scuola ai bambini, anche nel caso in cui non si possa uscire nel territorio.

Il testo è diviso in due parti:
- una teorica con i presupposti, gli obiettivi e alcuni riferimenti metodologici;
- l'altra pratica con indicazioni di attività, possibili espansioni, conversazioni, foto, schede, filastrocche, storie, bibliografie, disegni dei bambini;
il tutto spiegato in maniera schematica e di facile lettura al fine di consentire al lettore di ritrovare chiare indicazioni progettuali.

Quindi se volete proporre un percorso legato agli alimenti, alla cura della propria alimentazione e alla coltivazione di un orto o produzione degli alimenti base ve lo consiglio vivamente.

E il mio contributo?
Come arricchire ulteriormente un percorso già così articolato?
Inserendo la mia amata arte e presentando gli alimenti attraverso quadri da assaggiare che trovi qui ispirandosi all'Arcimboldo
oppure perché no, alle mele di Magritte: basterà far trovare, appeso in classe ad altezza bambino, un quadro/ contenitore al centro del quale mettere una bella mela verde (basterà appendere una scatola da scarpe senza coperchio e al suo interno posizionare una mela)
Da qui, utilizzando il proverbio "una mela al giorno leva il medico di torno" si potrebbe parlare degli alimenti sani e di quelli che, se mangiati spesso e troppo, possono essere dannosi e creare quindi il cartellone delle merende sane, coinvolgendo poi le famiglie nel consumo, anche a casa di spuntini e pasti sani.
Se siamo in autunno si potrebbe usare come spunto "la cesta di frutta" di Caravaggio che trovate qui
In inverno una bella granita all'arancia con neve e spremuta, guardate qui!





2 commenti:

  1. grazie mille della recensione. Io e Lorenza vi invitiamo a passare per dare un'occhiata al nostro blog

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a voi per l'opportunità che mi avete dato di conoscere il vostro lavoro!

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Follow by Email