Cerca in Dada Pasticciona

sabato 10 ottobre 2015

AUTUNNO CON "IL DOMATORE DI FOGLIE"

Oggi voglio parlarvi di una esperienza vissuta lo scorso autunno, quando i segni della stagione non volevano proprio manifestarsi. Eravamo quasi a fine ottobre, il clima era caldo e piacevole e gli alberi erano ancora carichi delle loro foglie...
Come fare allora per parlare di autunno e del fatto che oramai non esistono più le mezze stagioni?
Mi è giunto in aiuto un libro:

"Il domatore di foglie", Zoolibri edizioni.


Per rendere l'esperienza più reale ci siamo recati al parco ad osservare la natura e mentre esploravamo abbiamo trovato un regalo, sotto ad un grande albero: un bellissimo libro e delle fustellatrici a forma di foglie. Dopo la sorpresa iniziale ci siamo seduti ad ascoltare la storia:

E’ tutto pronto perché la danza cominci, le foglie hanno cambiato colore, mettendo i loro vestiti autunnali, sono pronte, ma ancora non cadono. Perché? Cosa aspettano?
Facile: aspettano il domatore di foglie con la sua lunga sciarpa sventolante come una manica a vento, che con la sua bacchetta insegna loro “i volteggi, le piroette, gli svolazzi, le salite, le discese, i mulinelli, le danze, i prilli, le giravolte, le planate, le virate e le cadute”.
E come potrebbero le foglie cadere senza di lui? Non saprebbero come fare… vi immaginate se decidessero di cadere tutte insieme? Che guaio, il mondo sarebbe interamente ricoperto di foglie!
Le piante sono stanche e preoccupate per il peso che devono ancora sopportare e cercano di scrollarsele di dosso, ma le foglie resistono aggrappate ai rami. Finché una fogliolina gialla con i bordi arancioni e una macchia verde a forma di cuore decide di staccarsi e volare verso una grande avventura: “Voglio viaggiare! Voglio volare!”
E’ così felice ed entuasiasta che cerca di incoraggiare tutte le altre foglie: “È bellissimo! Venite a provare!” urla alle compagne che pian piano cominciano a fremere e poi si staccano dai rami… E il mondo si colora di foglie… un incanto, no?
Le foglie ce l’hanno fatta, hanno trovato coraggio per fare da sole il grande passo.Così la natura riprende il suo ciclo e dopo qualche mese l’inverno copre tutto di bianco.
Ma lui, il domatore di foglie dov'è finito?
Poverino, non è arrivato perché gli avevano detto che non esistono più le mezze stagioni, così lui ora insegna a volteggiare alle farfalle.

Abbiamo così provato anche noi a domare le foglie

Giochiamo a trasformarci in domatori di foglie

Per farci ascoltare dalle foglioline saliamo in alto, più vicino a loro!

Devo dire che sono stata fortunata perché si era alzato un bel venticello che ha fatto volare via le foglie, rendendo tutto magico agli occhi dei bambini.

Una volta tornati a scuola abbiamo messo a seccare le foglie raccolte ed abbiamo disegnato a matita e poi dipinto il parco utilizzando dei colori speciali realizzati con la terra raccolta nei vari punti del parco sciolta in acqua e tuorlo d'uovo per rendere il colore più cremoso.

Abbiamo realizzato i colori mescolando la terra con tuorlo d'uovo.
Con l'acqua li abbiamo diluiti in modo da ottenere colori più o meno intensi.
Ci siamo travestiti da "domatori di foglie" e ci siamo fotografati.

Foto in posa da domatore di foglie

Abbiamo ritagliato la nostra sagoma e l'abbiamo incollata sul nostro acquerello.
Con le foglie essiccate e carta  collage dipinta da noi nei toni autunnali abbiamo fustellato tante foglioline per decorare il nostro dipinto. Ed ecco il risultato!

Fotomontaggio completato



Finalmente l'autunno è arrivato!

UN'IDEA IN PIU'
Ho utilizzato le immagini ingrandite della controguardia di copertina per realizzare una scheda da colorare dove i bambini avevano come obiettivo quello di alternare gli stessi colori ritmicamente oppure quello di colorare le foglie con la forma simile dello stesso colore. Lascio a voi la libertà di inventare altri criteri.




Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Follow by Email