/* snipplet posizione automatica banner */

Cerca in Dada Pasticciona

domenica 20 novembre 2016

DECORARE L'AULA CON OMBRELLI DEDICATI ALLE STAGIONI

Carissimi lettori e lettrici, oggi voglio mostrarvi come abbiamo decorato in modo semplice ma di grande effetto la nostra sezione.
Devo dire che i bambini ed anche i genitori ne sono rimasti colpiti piacevolmente, purtroppo le fotografie non rendono bene l'effetto "WOW" che si prova vedendolo dal vero.


Materiale occorrente:
- ombrello trasparente di color rosso
- foglie secche
- fili di lana nei toni caldi dell'autunno
- piume colorate
- petali di stoffa profumati
- colori a tempera
- cartoncino nei toni caldi dell'autunno
- gruccia
- filo di bava da pesca grosso

Realizzazione:
- Per prima cosa organizzate un'uscita per raccogliere le foglie e riponetele dentro a dei fogli di giornale in modo che rimangano distese e perdano l'acqua in eccesso.


- quando le foglie saranno secche fatele appoggiare su dei fogli di carta colorata su cui avrete prima fatto spalmare una miscela di colla vinilica ed acqua in parti uguali e fatele poi ricoprire con un altro strato della stessa miscela.



- Lasciate asciugare, al termine sembreranno plastificate. Fatele quindi ritagliare e sagomare in modo da lasciare un piccolo bordo di carta colorata.

- Invitate i bambini a stampare su cartoncino bristol marrone le impronta delle loro mani nei vari toni dei colori autunnali. Una volta che la tempera sarà asciutta fatele ritagliare.
- A questo punto ritagliate 16 fili di lana della lunghezza che preferite, ma tutti uguali fra di loro.
- Con la pinzatrice alternate, sui fili di lana, le foglie, le impronte delle mani, i petali di stoffa profumati e le piume colorate.
- legate 8  fili ai ferri interni dell'ombrello e 8 a esterni.


- legate un filo di bava al puntale dell'ombrello, nel punto in cui si avvita all'ombrello stesso e poi ad una gruccia di ferro che utilizzerete per appenderlo al soffitto od alla plafoniera, come abbiamo fatto noi.

Avevamo pensato di aggiungere anche pigne, bacche e rametti, purtroppo abbiamo dovuto eliminarle perché l'ombrello si sbilanciava e rimaneva piegato da una parte.

Non vi dico l'espressione di stupore quando i bambini l'hanno visto appeso!!!
Alcuni sono rimasti sotto all'ombrello sospeso, con lo sguardo rivolto verso l'alto, facendosi illuminare dalla luce rossa e calda che l'ombrello, illuminato dalla plafoniera, emana.




Ovviamente realizzeremo un ombrello per ogni stagione... non vedo l'ora di vedere l'effetto finale, ma dovremo attendere l'estate per averli tutti e quattro!

domenica 6 novembre 2016

AUTUNNO IN ARTE

Oggi voglio mostrarvi un lavoro realizzato da una mia collega, Federica, insieme alle sue Coccinelle.

Altre attività collegate alle opere di Klimt le trovate QUI

Materiale occorrente:
- fotocopie a colori dell'Albero della vita di Klimt
- foglio da disegno
- Mmtita
- gomma
- pennarelli
- carta collage
- carta delle uova di Pasqua
- colla stick
- porporina (brillantini) di vari colori

Realizzazione:
Per prima cosa la mia collega ha fatto osservare la parte centrale dell'Albero della vita di Klimt dando ad ognuno di loro una fotocopia dell'opera in modo che potessero vederla bene da vicino e percorrere con il dito le varie spirali che formano i rami dell'albero.
Terminata questa fase esplorativa ha chiesto ai bambini di provare a reinterpretarla a modo loro attraverso il disegno.


I bambini hanno poi pensato di arricchire il disegno con ritagli di carta luccicante e porporina...


Ecco i loro meravigliosi alberi!


Ma i bambini non erano ancora soddisfatti, volevano creare un albero ancora più prezioso, tutto d'oro come quello del loro amico "Gustavo"!

Ed allora ecco nascere un nuovo progetto.

Materiale occorrente:
- foglio da disegno
- anime di cartone dei rotoli di scottex
- bottoni
- perle
- coriandoli di cartone argentato o colorato
- colori a matita
- acquerelli e pennelli
- colla vinilica
- forbici

Realizzazione:
Con la tempera oro hanno colorato dei tubi di cartone per realizzare il tronco... purtroppo non ce n'erano a sufficienza per tutti e così hanno chiesto alla maestra Federica di dividerli verticalmente a metà.

Con le forbici hanno realizzato, su uno dei due lati corti della porzione di tubo, dei tagli equidistanti fra loro per creare delle strisce, i rami, che hanno arrotolato intorno ad una matita per arricciarli un po'.

Con gli acquerelli hanno creato uno sfondo su cui incollare il loro albero che hanno poi decorato con bottoni, perle e ritagli di cartoncino argentato o colorato.

Infine non poteva mancare il pennuto appoggiato sul ramo che aveva catturato la curiosità di tutti!




Una piccola curiosità: il fatto che molte sue opere sembrino dei gioielli ricchi di oro e pietre preziose è dovuto molto probabilmente al fatto che il padre era orafo e che durante due suoi viaggi a Ravenna Klimt rimase abbagliato dai mosaici Bizantini.

mercoledì 24 agosto 2016

MURALES PER RICORDARE I COMPLEANNI

Oggi voglio proporvi un'idea originale, ideata e realizzata dalla mia collega Sara,  per ricordare i compleanni dei bambini della sua sezione.
E' molto semplice da realizzare.

Materiale occorrente:
- macchina fotografica
- stampante
- plastificatrice
- fili di lana colorati
- fotocopie del disegno di un palloncino
- tempere
- pennarello indelebile


Realizzazione:
- Per prima cosa procuratevi un palloncino gonfiato ad elio e fotografate i bambini mentre lo tengono in mano. Se non avete il palloncino niente paura, basterà far calare dall'alto un filo ed invitare i bambini a tenerlo in mano per non far volare via il palloncino invisibile:
- Stampate le fotografie e ritagliate sagomando ogni bambino;
- plastificate e ritagliate nuovamente la plastica in eccesso;
- fate colorare un palloncino ad ogni bambino con il colore a tempera che preferiscono;
- fate asciugare il colore e ritagliate il palloncino;
- legate un capo del filo di lana con un fiocco attorno alla base del palloncino e fissate l'altro lato sul retro della sagoma del bambino, in prossimità della mano;
- con il pennarello indelebile scrivete su ogni palloncino la data del compleanno;
- appendete al muro tutte le sagome dei bambini con i loro palloncini in mano, raggruppandole in base al mese di nascita.

Ed ecco il risultato!



Nomi mesi da stampare

Modello palloncino da stampare



martedì 23 agosto 2016

COLLANE DI BENVENUTO CON IL CONTRASSEGNO DELLA PROPRIA SEZIONE

La scuola sta per ricominciare e molte di voi saranno alle prese con la preparazione dei nuovi inserimenti. Voglio così mostrarvi un'idea per creare delle collane di benvenuto simpatiche ed originali da donare ai nuovi arrivati in modo da farli sentire accolti ed aiutarli ad identificarsi con il proprio gruppo sezione.
L'idea è nata sfogliando il libro "Animali sonanti" di Arianna Sedioli: con un po' di fantasia e materiali di recupero abbiamo creato i simboli delle nostre sezioni. 

La mia collega Sara ha creato le collane per i Pesciolini e le Apette, eccole!

Materiale occorrente per i PESCIOLINI:
- 2 coperchi uguali dei barattoli di vetro dei sottaceti o conserve
- carta velina arancione
- colla vinilica
- colla a caldo
- 2 occhietti mobili
- pennarello indelebile blu
- cartoncino colorato blu e azzurro
- porporina argentata
- nastro da pacchi per creare la collana


Realizzazione:
- Prendete la carta velina arancione e create dei cerchi di diametro superiore ai coperchi delle conserve di almeno 1,5 cm 
- Mescolate colla vinilica ed acqua in parti uguali e spalmate la miscela ottenuta sul lato convesso dei due coperchi.
- Applicate un cerchio di carta velina sulla colla cercando di ricoprire completamente il coperchio da conserva, anche i bordi laterali. Ripiegate la carta in eccesso all'interno del coperchio e ripetete questo procedimento fino a quando il coperchio sarà completamente rivestito e non si vedranno le scritte sottostanti.
- Con il cartoncino colorato sagomate le pinne del pesce.
- Prendete i 2 coperchi delle conserve precedentemente ricoperti e, sulla circonferenza di uno, mettete la colla a caldo, posizionate le pinne, il filo della collana chiuso a cerchio e poi sovrapponete l'altro coperchio.
- Terminate applicando per ogni lato un occhietto mobile e disegnando la bocca con il pennarello indelebile.
- se volete impreziosite le pinne del pesciolino con un po' di porporina.

I bambini premendo con le loro mani sul pesciolino lo sentiranno boccheggiare!



Materiale occorrente per le APETTE:
- 2 coperchi uguali dei barattoli di vetro dei sottaceti o conserve
- carta velina
- colla vinilica
- colla a caldo
- 2 occhietti mobili
- pennarelli indelebili rosso e nero
- cartoncino nero
- Pastina o riso
- Pluriball (plastica a bolle da imballaggio)
- nastro da pacchi per creare la collana


Realizzazione:
- Prendete la carta velina gialla e create dei cerchi di diametro superiore ai coperchi delle conserve di almeno 1,5 cm.
- Mescolate colla vinilica ed acqua in parti uguali e spalmate la miscela ottenuta sul lato convesso dei due coperchi.
- Applicate un cerchio di carta velina sulla colla cercando di ricoprire completamente il coperchio da conserva, anche i bordi laterali. Ripiegate la carta in eccesso all'interno del coperchio e ripetete questo procedimento fino a quando il coperchio sarà completamente rivestito e non si vedranno le scritte sottostanti.
- Con il cartoncino nero sagomate il pungiglione.
- Ritagliate due ali utilizzando il pluriball oppure del cartoncino.
- Prendete i 2 coperchi delle conserve precedentemente ricoperti e, sulla circonferenza di uno, mettete la colla a caldo su cui poi posizionerete il pungiglione e il filo della collana chiuso a cerchio.
- Inserite della pastina all'interno del coperchio e poi sovrapponete l'altro coperchio.
- Terminate disegnando su ogni lato, con il pennarello indelebile, le righe nere e la bocca e applicando per ogni lato un occhietto mobile e un'ala.

I bambini agitando la collana sentiranno il ronzio delle apette



Io invece, aiutata dai bambini, ho creato Picchi e Tartarughe Sprint!

Materiale occorrente per i PICCHI:
- 2 coperchi uguali dei barattoli degli omogeneizzati
- carta velina colorata
- cartoncino ondulato arancione
- colla stick
- colla a caldo
- 2 occhietti mobili
- piume
- nastro da pacchi per creare la collana


Realizzazione:
- unite i due coperchi con la colla a caldo.
- prendete la carta velina del colore che preferite e create due quadrati molto grandi (la dimensione dei quadrati deve essere tale da poter avvolgere totalmente i coperchi)
- sovrapponete i due quadrati di carta velina, ponetevi al centro i due tappi incollati in precedenza e spalmati su entrambi i lati con la colla stick e chiudete a caramella rigirando la carta su se stessa.
- decorate applicando su entrambi i lati un occhietto mobile e una piuma colorata.
- terminate aggiungendo il becco realizzato con del cartoncino ondulato sagomato a forma di losanga e un filo chiuso ad anello per create la collana

Premendo sul picchio i bambini sentiranno un ticchettio.

Materiale occorrente per le TARTARUGHE :
- un fondo di bottiglia di plastica verde
- cartoncino bristol verde
- occhietti mobili
- pasta secca
- spugne abrasive colorate
- filo di lana
Realizzazione:
- appoggiate il fondo di bottiglia sul cartoncino bristol e disegnatevi intorno la sagoma della tartaruga che poi ritaglierete.
- ricavate dalla spugna colorata dei cerchi di circa cm 1,5 di diametro
- prendete la sagoma di cartone della tartaruga, posizionatevi al centro della pasta, ricoprite con il fondo di bottiglia.


- posizionate al centro del fondo di bottiglia il cerchio di spugna e fissate tutte le parti con il filo di lana, cercando di creare una ragnatela a forma di stella.




- applicate un filo chiuso ad anello fissandolo sul retro ed ecco la collana è terminata!

Agitando la tartaruga i bambini potranno creare una loro musica su cui ballare od arricchire la canzoncina della "Tartaruga sprint" dello Zecchino D'oro.

sabato 18 giugno 2016

UN'ESTATE DA RICORDARE: APPUNTI DI VIAGGIO!

Le vacanze estive sono vicine, la scuola resterà chiusa per un lungo periodo durante il quale i bambini vivono tante esperienze lontano da noi, maturando e crescendo...
A settembre, quando ci si ritrova, i bambini provano a raccontare come hanno trascorso la propria estate, ma spesso non ricordano...
Come fare? 
Ecco come è nata la mia idea di creare un piccolo "libro delle vacanze" che i bambini completeranno con l'aiuto dei genitori.

Ogni mattina iniziamo ascoltando il racconto delle vacanze di qualche compagno.
Gli album vengono lasciati a disposizione dei bambini
in modo che possano sfogliarli e farseli raccontare
anche nei momenti di gioco libero

Sì, un vero e proprio "libro dei compiti" dove i bambini disegneranno, incolleranno e creeranno mentre mamma e papà saranno chiamati a dare il loro contributo scrivendo i pensieri e le parole dei propri figli.

Può sembrane una cosa noiosa, all'inizio, ma poi i genitori vi ringrazieranno perché capiranno che in realtà abbiamo donato loro un valido strumento per trascorrere del tempo di qualità insieme ai propri bambini: dialogando, ascoltandoli e scoprendo il loro mondo interiore, i gusti, le attitudini...

A settembre, quando ci ritroveremo a scuola, sarà più facile parlare delle proprie vacanze: basterà sfogliare l'album e ricordare aiutati dalle fotografie, dai disegni e dai tesori raccolti!
I bambini impareranno pian piano a raccontare e raccontarsi, superando timidezze e paure; ad ascoltarsi e porre domande; a rievocare esperienze vissute; ad esprimere opinioni e pensieri; a ripercorrere la crescita fatta durante le vacanze grazie alle esperienze vissute...
Unendo poi tutti i materiali raccolti potremmo poi realizzare tanti lavori che trovate QUI
COME REALIZZARE L'ALBUM:
  • stampando e rilegando le pagine che trovate QUI e creando un semplice libretto a cui allegherete la lettera che trovate QUI

  • chiedendo ai genitori di portare una scatola da camicia dentro cui metterete le fotocopie del libretto stampate su cartoncino che trovate  QUI. Incollerete poi all'interno del coperchio la lettera che trovate QUI. I bambini decoreranno la scatola insieme ai loro genitori seguendo le indicazioni che troveranno nella lettera.



venerdì 22 aprile 2016

DIPLOMI DI FINE ANNO

Eccovi alcuni diplomi di congedo realizzati utilizzando ed assemblando vari disegni presi dal web. 
Se vi piacciono non vi resta che stamparli!




martedì 19 aprile 2016

FIORI PER LA MAMMA

Eccovi un'idea per la realizzazione di un piccolo dono floreale per la mamma.

Materiale occorrente:
- piatti di carta bianchi
- quotidiani
- portauova
- colla vinilica
- tempere
- carta velina colorata
- carta collage auto-prodotta
- fettuccia o nastrino

Istruzioni per la realizzazione:
Tagliate i piatti di carta a metà ed i cartoni portauova a forma di fiore e fateli colorare ai bambini con i colori a tempera, nelle tinte che preferiscono.
Prendete dei fogli di quotidiano o pagine di vecchi libri e fateli dipingere di vari colori; quando saranno asciutti li farete sagomare a forma di foglie e corolle di fiore.
Fate quindi strappare ed appallottolare la carta velina.



Infine fate assemblare le varie parti utilizzando la colla vinilica.


Applicate sul retro un nastrino chiuso ad anello in modo da poter appendere il cestino di fiori ad una porta o alla parete.




Un'idea in più:
Se avete più tempo a disposizione potreste far realizzare una borsetta fiorita.
In questo caso dovrete far colorare ad ogni bambino due mezzi piatti che poi incolleranno insieme facendo combaciare i bordi e decorando quindi poi la parte convessa del piatto. (Il lato opposto rispetto a quello del lavoro precedente).
Applicheremo poi i manici forando alle estremità i piatti.
Questa borsetta decorata potrebbe poi contenere un biglietto o un piccolo dono per la mamma.


N.B. Ringrazio la mia collega Federica per aver condiviso con me e con voi questa idea!

lunedì 18 aprile 2016

BOUQUET FIORITO PER LA MAMMA

Materiale occorrente:

- centrini sottotorta con un diametro di circa 30 cm
- dischetti struccanti
- bicchieri di plastica colorati
- bottoni
- perle colorate
- cartoncino colorato
- carta crespa verde
- cotton fioc
- pirottini decorati per dolci
- tappi di plastica
- cartoni portauova
- Palline di carta colorata


Per realizzare il biglietto trovate le indicazioni digitando QUI

Realizzazione:

Fiore tipo 1: Tagliate a metà un cotton fioc e fate colorare la parte rivestita di cotone con la tempera gialla. Una volta asciutto ponetelo al centro di un dischetto struccante e richiudete i lembi inferiori di quest'ultimo come a formare una cornucopia

Fiore tipo 2: Tagliate le parti concave del contenitore delle uova sagomandole con le forbici fino a farle assomigliare a dei fiori e fatele colorare ai bambini con le tempere; una volta asciutti fate decorare il centro del fiore con bottoni o perle colorate.
Prendete dei bicchieri di plastica colorati e tagliate via il bordo superiore. Invitate i bambini a dividere il bicchiere in tanti spicchi uguali facendo attenzione a tagliare fino alla base tonda del bicchiere. Aprite bene i vari petali e ripiegateli su loro stessi fissandoli al centro con dei punti di spillatrice. Incollate al centro del fiore così ottenuto quello realizzato in precedenza con il cartone portauova.

Fiore tipo 3: Prendete dei pirottini decorati per muffin e ribaltateli in modo che la parte colorata sia all'interno. fate decorare con tappi di plastica e perle, oppure bottoni, carta velina appallottolata, lana...

Fiore tipo 4: chiedete ai bambini di colorare con le tempere dei dischetti struccanti. Potete far usare i pennelli o farli immergere in tempera molto diluita. fate poi decorare con bottoni, perle o palline di carta colorata


A questo punto fate tagliare ai bambini del cartoncino bristol  colorato a forma di spicchio (settore circolare), fate disporre i fiori su di esso e fateli completare aggiungendo gli steli realizzati con strisce carta crespa arrotolate su se stesse.


Completate incollando uno spicchio di centrino sottotorta ed una fettuccia colorata chiusa ad anello che servirà per appendere il bouquet di fiori. Sul retro incollate una poesia per la mamma o un suo ritratto.



domenica 17 aprile 2016

BIGLIETTO PER LA FESTA DELLA MAMMA

Oggi voglio proporvi un simpatico bigliettino di auguri per la mamma, che abbiamo realizzato lo scorso anno, grazie ad un'idea nata, alla mia collega Federica, dopo la lettura del libro: "Mamma Nastrino Papà Luna" di Emanuela Nava" edizioni Piemme Junior.


Abbiamo letto il libro ai bambini e poi abbiamo rielaborato il testo creando appunto la poesia che potete leggere qui sotto:
"Tutte le mamme del mondo. 

Tutte. Hanno i nastrini! 
Tanti nastrini lunghi e colorati 
che legano i loro cuori a quelli dei loro bambini. 
Se la mamma lavora, lavora, lavora..., 
se resta a casa e il bambino va a scuola..., 
se vola a New York..., 
se corre in cucina 
o al bambino vengono i puntini delle coccinelle, 
il raffreddore degli elefanti o la tosse degli asini...
I nastrini sono infrangibili: 
possono allungarsi, allungarsi, allungarsi...
per poi accorciarsi, accorciarsi, accorciarsi...
legano i cuori di mamme e bambini
che si parlano da cuore a cuore
in quella lingua misteriosa
che solo loro capiscono!"

In seguito abbiamo scoperto che la stessa Emanuela Nava aveva rielaborato il suo testo creandone una poesia che potete leggere e guardare QUI.

Per realizzare il biglietto abbiamo proceduto in questo modo:
Abbiamo preso un cartoncino rosso formato A3 e lo abbiamo fatto decorare dai bambini con tanti cuori stampati imbevendo uno stampo nei colori a tempera.
Lo stampo è stato realizzato utilizzando un tubo di cartone schiacciato in modo da formare la sagoma di un cuore.


Sulla copertina abbiamo fatto incollare un cuore dove i bambini più grandi hanno scritto un pensiero per la propria mamma, mentre sul retro abbiamo incollato la poesia.


All'interno del biglietto i bambini hanno incollato il proprio ritratto e quello della mamma uniti, cuore a cuore, da un elastico colorato.
Ecco il risultato!





Per i bambini più piccoli della sezione primavera abbiamo pensato di far realizzare dei cuori caldi e morbidi.

giovedì 25 febbraio 2016

POESIA PER IL PAPA'

Ecco la poesia che abbiamo inventato a scuola per la festa del papà, i bambini ne sono molto orgogliosi!


Papà,
tu per me sei fortissimo
giocare con te è bellissimo!

Insieme facciamo tante cose belle,
a volte cuciniamo le frittelle.

Quando sono triste tu mi vieni ad abbracciare
E fra le tue braccia mi sento come una barca, sul mare, che si fa cullare

Insieme facciamo tanti lavorini
Costruiamo anche le case per gli uccellini.

Quando mi fai il solletico mi diverto da impazzire
E anche quando mi fai le coccole per dormire.

Ci sono papà che non giocano coi loro bambini
Non hanno capito niente poverini!

A loro diciamo smettete di lavorare, spegnete la tivù
Siamo piccoli per poco, giocate con noi di più!
Cresciamo in fretta
E il tempo non aspetta!

Ma tu sei il mio papà, il mio eroe, il mio campione,
Sei più forte e coraggioso di un leone
E allora dai, stiamo sempre insieme
Così te lo posso urlare quanto TI VOGLIO BENE!!!

mercoledì 17 febbraio 2016

GIOCHIAMO RICICLANDO

Quello che voglio mostrarvi oggi è il regalo che abbiamo preparato per la festa del papà.
Un dono semplice ma che abbraccia tutte le tematiche che abbiamo deciso di approfondire durante questo anno scolastico nella nostra progettazione curricolare: "Mago di Oz", laboratorio di riciclo, laboratorio matematico.
Per i bambini è stato bello creare un regalo che non fosse disgiunto dalle attività che stavamo svolgendo.

Ecco come è nato il nostro gioco del memory da donare al proprio papà per poterci giocare assieme!


Per realizzarlo abbiamo raccolto tanti tappi delle bottiglie del latte e gli ovetti porta sorprese che poi abbiamo tagliato utilizzando il guscio più piccolo.


Insieme ai bambini abbiamo deciso di rappresentare i protagonisti della storia del Mago di Oz che stiamo leggendo in questa seconda parte dell'anno.


Ma non li abbiamo disegnati, per ognuno di loro abbiamo utilizzato un materiale che ce li ricordasse.
Dorothy: stoffa a quadretti azzurri come il suo vestito
Il cagnolino Toto: lana nera 
Spaventapasseri: paglia
Omino di latta: carta stagnola
Leone: pile o pelo

L'idea poi è quella di proporre ai bambini di continuare, a casa insieme ai genitori, a realizzare altri pezzi del memory mano a mano che incontriamo nuovi personaggi. In questo modo il gioco si arricchirà ed aumenteranno le difficoltà di gioco e quindi di impegno e memoria!

Abbiamo messo poi il gioco dentro ad un sacchetto di carta bianco trasformato in camicia, in che modo?

TAGLIARE LUNGO LA LINEA ROSSA

PIEGARE IL BORDO SUPERIORE DEL SACCHETTO FACENDOLO COMBACIARE CON LA RIGA ROSSA

RIPIEGARE I VERTICI SUPERIORI DEL SACCHETTO VERSO IL CENTRO
Abbiamo poi pensato di decorare il nostro sacchetto camicia con una cravatta decorata stampando dei pois con i tappi di sughero.


All'interno della cravatta abbiamo scritto il nome del bambino, ma si potrebbe anche mettere la poesia o gli auguri per il papà.
QUESTO E' IL MODELLO PER LA CRAVATTA CHIUDI PACCO
Ecco il pacchetto dono pronto per essere dato al papà!


Questa idea può essere riadattata alla vostra progettazione o realizzata utilizzando semplicemente coppie di materiali di riciclo che avete in sezione.
Buon lavoro e buon divertimento!